SPACE
INVADERS


in cerca di direzioni


17-18 GIUGNO 2014
Sala Santa Marta
ivrea

il patrimonio
è una storia da
raccontare.
a tutti.


Due giorni di incontri e attività per esplorare le relazioni "necessarie" fra tessuto culturale e contesto.


Si parlerà di comunicazione come strumento di marketing territoriale, di storytelling e narrazione, di accessibilità dei contenuti, di audience development, di forme di produzione culturale legate alle tecnologie digitali, di web come ambiente per la sperimentazione di nuove modalità di elaborazione di progetti e di partecipazione.

Un’esplorazione di temi, un invito alla lettura critica dei cambiamenti in corso, ma soprattutto, la ricerca di esempi e contributi che possano essere anche utili al lavoro che il territorio sta portando avanti in questi anni, magari come stimoli per provare a costruire un sistema locale in grado di elaborare proposte sulla prossima programmazione europea (Horizon 2020, programmi Creative Europe e Erasmus Plus) e dialogare con i prossimi importanti appuntamenti internazionali (Expo 2015, IFLA- World Congress Torino 2016).




Space Invaders
è un'iniziativa di Pubblico-08
con la collaborazione di
Regione Piemonte, Città di Ivrea,
Fondazione Guelpa, AEG


Scarica presentazione
e programma in Pdf
17-18 giugno 2014
Ivrea, Sala Santa Marta
» Mappa
Ingresso gratuito

PROGRAMMA

Martedì
17 giugno


Ore 14.30 / Apertura lavori
Alla ricerca di nuove direzioni


Il settore culturale arriva da una stagione segnata da importanti investimenti. Restauri, recuperi, nuove progettualità: un vivace cantiere in cui si è guardato al patrimonio come possibile risorsa per nuove economie. Oggi a che punto siamo? Quali risultati si sono ottenuti? Come sono cambiati i nostri territori? L’impressione è che ci sia ancora molto da fare. A partire da una visione limitata che guarda ancora al patrimonio come “giacimento statico” di memoria e bellezza, risorsa semplicemente da mettere a reddito. In una società in rapida trasformazione dobbiamo forse guardare anche in altre direzioni, porci domande diverse e nuove. In primo luogo esplorando la relazione tra pubblico, patrimonio e territorio. Perché solo ripartendo da queste connessioni, da una ritrovata forma di dialogo, si può forse fare sviluppo sostenibile e comunità.



Saluti istituzionali
Laura Salvetti
Assessore alla cultura
della Città di Ivrea



A cura di
Pubblico-08

Ore 15.00-17.30 / Forum
Dentro e fuori le mura:
racconti di territorio


Il patrimonio identitario e culturale può essere una risorsa per il territorio? Come stimolare la riscoperta da parte delle comunità della propria identità e delle proprie vocazioni? Quali strategie possono aiutare un territorio a raccontarsi agli altri?



Sergio Cotti Piccinelli, Direttore del Distretto Culturale di Valle Camonica (sito UNESCO), Responsabile del Servizio Cultura e Valorizzazione del Territorio della Comunità Montana di Valle Camonica

Silvia Porretta, Manager del progetto Incredibol!, Comune di Bologna

Valeria Benaglia, Responsabile marketing e comunicazione del progetto Pink Route, Mood Eventi e Comunicazione

CORNER Innovating Contents Project (IC): Mario Chiesa, Responsabile "Creativity and Design Innovation", Istituto Superiore Mario Boella,

Nicola Facciotto, Kalata, Mondovì (Cn)



Mercoledì
18 giugno


Ore 10.00-12.30 / Forum
Il patrimonio culturale in un mondo
connesso: opportunità e pericoli


È in atto una profonda rivoluzione innescata dai new and social media che coinvolge i processi cognitivi, il modo in cui guardiamo e interpretiamo il mondo. Quali scenari prospetta l'incontro tra tecnologia e patrimonio culturale? Come aggiornare la comunicazione culturale per includere nuovi pubblici e nuove generazioni? Quali opportunità di nuova economia nell’incontro tra tecnologia e patrimonio culturale?



Luca Toschi, direttore del "Communication Strategies Lab" presso l’Università degli studi di Firenze

Laura Longo, Responsabile Ufficio Mostre Musei Civici Fiorentini, Manager di Museums and the Web

Roberta De Bonis Patrignani, Ricercatrice Istituto Superiore Mario Boella

Paolo Ranieri, Studio Karmachina, Milano

Claudio Branca, Storyfactory, Milano

Ore 14.30-16.30 / Tavola rotonda
La cultura oltre lo spettacolo.
La comunità oltre il pubblico.


Cosa intendiamo per cultura? Cosa per comunità? Perchè l'una è così importante per l'economia dell'altra? In che modo la vita culturale incide sullo sviluppo locale e sul paesaggio contemporaneo? Come la cultura e l’educazione alla bellezza possono incidere sullo sviluppo locale e sul paesaggio contemporaneo? Cosa significa “costruire il pubblico”? La cultura può essere risorsa per nuovi modi di essere comunità?



Patrizia Picchi, Responsabile Settore Musei e Patrimonio Culturale, Regione Piemonte

Alessandro Bollo, Fondatore Fondazione Fitzcarraldo, Torino

Roberto Canu, Esperto di progetti culturali di territorio

Noemi Satta, consulente di marketing culturale e territoriale

Giuliana Reano, Dirigente Ufficio Cultura Città di Ivrea

Ore 21.00 / Living Lab
Sulla "Direction Home"


Come un’idea narrativa genera valore. Convento di San Bernardino, Ivrea, anno 2061. Storia di un racconto, dallo spettacolo alla formazione per le aziende (passando per visite anomale, canzoni e fumetti)



Marco Peroni



Libreria Ex Esattoria
Corso Cavour 30, Ivrea

EDIZIONE 2012

spazi per la cultura,
spazi della cultura


Tre giorni per porre domande e proporre soluzioni in merito alle esigenze di trasformazione dei territori e delle città.


La prima edizione di Space Invaders (Ivrea, 2012) è stata dedicata al tema degli spazi della cultura e ha visto la partecipazione di molte realtà nazionali. Da Federculture alla Fondazione Adriano Olivetti, dal FAI all’organizzazione Esterni di Milano, in molti hanno contribuito ad esplorare il tema offrendo uno sguardo su best practice e casi interessanti.



Scarica il Pdf
con gli interventi.

Il video con tutti gli interventi